network scanner

Network scanner: cos’è e perché è importante per la sicurezza della rete aziendale

Con la tecnologia che cresce più velocemente che mai, le aziende devono adoperarsi per mettersi in sicurezza e limitare tutte le vulnerabilità. Ciò perché con l’avanzare della tecnologia, anche gli attacchi informatici e le minacce aumentano ed evolvono.

Ciò che è emblematico del fare impresa è la presenza di una rete di PC e sistemi aziendali fondamentali per svolgere l’attività aziendale. E’ importante assicurarsi che l’intera LAN ( Local Area Network) e qualsiasi device associato ad un indirizzo IP come server, firewall, router, etc. non presentino vulnerabilità.

Ciò significa che per la sicurezza informatica di un’azienda il primo passo fondamentale è verificare se esistono vulnerabilità di rete che gli hacker possano sfruttare. Questo è possibile attuando tecniche di network scanner.

Cosa si intende con Network Scanner e a cosa serve

Quando si parla di network scanner o network scan, ci si riferisce alla procedura di scansione di una rete informatica. Questo allo scopo di raccogliere informazioni sulle macchine connesse, identificare vulnerabilità di sicurezza e monitorare il traffico di rete.

Ci sono diversi tipi di network scan, come la scansione di porte, la scansione di indirizzi IP o IP scan e la scansione di sistemi operativi.

Quando si esegue una scansione di rete si crea un inventario di tutti i dispositivi connessi alla LAN e si analizzano le app aperte/installate su tali dispositivi.

Attraverso queste scansioni sono identificate molte altre informazioni, come il sistema operativo o la marca e il modello di tali macchine, nonché gli account utente ecc. Le scansioni di vulnerabilità esaminano l’elenco dei dispositivi, controllano le vulnerabilità e compilano il risultato di potenziali problemi in un report.

Network scanner esterno ed interno

I processi di networking scanner possono essere effettuate sia da un punto di vista interno che esterno alla rete. Non solo, possono essere eseguite manualmente o tramite software automatizzati.

Le tecniche di network vulnerability scan esterno eseguono una scansione dei sistemi esterni, al di fuori della rete aziendale ed aiutano a identificare le minacce e le vulnerabilità esterne più gravi.

Le scansioni esterne possono anche mostrarci come gli hacker possono sfruttare le vulnerabilità e commettere crimini informatici. Ad esempio, potremmo vedere come gli hacker entrano nelle risorse e nelle porte IT e quindi possiamo determinare come gestire adeguatamente queste vulnerabilità.

I tool di network scan completi ed utili alle aziende, effettuano anche scansioni delle reti interne o sotto reti, come i dispositivi IoT e sotto reti aziendali e guest.

Tra errori umani ed errori di configurazione nell’implementazione ed aggiornamento delle tecnologie, le aziende si trovano ad essere altamente vulnerabili alle minacce che si perpetuano dall’interno, lasciando spesso campo libero agli attacchi. Grazie alle scansioni interne è possibile scovare eventuali falle o vulnerabilità di sicurezza della rete.

Vulnerability assessment: network scan e web app scan

Il Vulnerability Assessment (o Test di Vulnerabilità) è un’analisi di sicurezza, uno screening delle vulnerabilità di una applicazione o di un intero sistema informatico. Con questo test è possibile definire, identificare, classificare e rispondere alle minacce informatiche. 

Si tratta di un vero e proprio checkup, un controllo generale dell’infrastruttura, senza il quale un sistema informatico può essere vittima di un cyber attacco.  

La 4 Fasi di un Vulnerability Assessment

Il Vulnerability Assessment può essere eseguito su sistemi informatici, dispositivi (computer, smartphone, tablet o IoT), software e su sistemi informatici industriali (robot).

Può essere suddiviso in 4 distinte fasi di lavoro: 

  • Una prima fase di ricerca delle vulnerabilità informatiche del sistema; 
  • L’analisi delle vulnerabilità rilevate, per esempio una vecchia libreria open source; 
  • Valutazione del rischio, cioè quali sistemi sono interessati, quali dati, facilità d’attacco, gravità ed eventuali danni causati da potenziali attacchi; 
  • Consegna report ed eventuale bonifica, in questa fase l’obiettivo è informare il cliente delle lacune e riparare eventuali compromissioni nel sistema tramite il download di uno specifico report.

Le aziende possono eseguire alcuni test immediati e/operiodici per verificare la presenza di punti deboli. Le prime sono in grado di scansionare tutta la struttura per avere un quadro generale della situazione attuale e poter intervenire tempestivamente in caso di minacce già presenti.

Le seconde, invece, monitorano costantemente i propri sistemi, siti web e web application. Ciò al fine di avere un riscontro immediato e poter agire con prontezza alle minacce.  

Vi sono diverse possibilità per verificare i propri punti deboli, tra le quali il Network Vulnerability Scan, un sistema in grado di raccogliere informazioni su un computer o una rete al fine di trovare eventuali vulnerabilità (scan network).

Oppure è possibile ricorrere al Web Application Vulnerability Scan, dove si scansionano tutte le applicazioni caricate e gestite da un server web per rilevare una vulnerabilità sfruttabile dagli hacker.

Per saperne più sul Vulnerability Assessment di Cerbeyra scrivici a info@cerbeyra.com o scarica il white paper